Scroll to top
DIRETTAMENTE DAL COSTRUTTORE

San Rocco in Piazza Ferretto!

MESTRE Si torna a costruire anche in piazza Ferretto. La ripresa del mercato immobiliare a Mestre, che a quanto pare non si è bloccata neanche durante il lockdown da Covid-19 anche se le transazioni sono un po’ impazzite come la besciamella, porterà ad aprire un cantiere anche nel cuore cittadino, praticamente quasi sotto la Torre Civica. È la prima volta da decenni che si costruisce così a ridosso della Piazza, e ad occuparsene è 2M Invest: la società di Spinea della famiglia Campagnaro ha fatto un’offerta irrevocabile per l’acquisto del grande edificio ex Carive di via San Rocco a fianco della filiale centrale di Intesa Sanpaolo, a sua volta ex Carive, tra piazzetta Matter, via Palazzo e via San Rocco. Il rogito è previsto per settembre ma nel sito di 2M Invest già si trova il progetto che fa parte di un’operazione più ampia che i Campagnaro hanno chiamato “La Mestre di domani”: con un investimento di una trentina di milioni di euro hanno acquistato terreni ma soprattutto edifici abbandonati o diroccati nel centro città con l’intenzione di realizzare un centinaio di nuovi appartamenti seguendo le tecniche costruttive più avanzate per offrire ai futuri residenti il massimo di comfort e sicurezza nel rispetto dell’ambiente. Il primo complesso di questo progetto è stato inaugurato l’anno scorso lungo la Miranese: 10 appartamenti, distribuiti su 4 piani, con entrata in via Catalani e affaccio sul parco del Piraghetto.

ZERO CONSUMO DI SUOLO

Quello è sorto su un terreno libero ma per la maggior parte delle altre realizzazioni si tratta di demolizioni e ricostruzioni e quindi di riqualificazioni di angoli cittadini abbandonati, con zero consumo di suolo: da via Mestrina, a Carpenedo a Zelarino, ed ora, appunto, a via San Rocco dove il grosso edificio abbandonato che caratterizza la arte finale di via San Rocco verso l’angolo con via Palazzo verrà demolito, e al suo posto sorgerà un edificio più piccolo perché la 2M ha deciso di riportare il verde in centro città, riservando oltre 400 metri quadrati ad un nuovo piccolo bosco privato; per il resto il palazzo “Residence San Rocco” avrà 23 appartamenti.

Proseguendo verso sud, dove via San Rocco diventa via Pio X, è entrato nel vivo, intanto, il cantiere per completare quella che sarebbe dovuta diventare la “Torre San Lorenzo” e che invece si chiamerà “Magellano Tower” dato che il retro dell’edificio si affaccia su Riviera Magellano. L’ufficio vendite dell’Immobiliare Roma, la società del Gruppo GrigolinSuperbeton di Nervesa della Battaglia e della Capfin dell’avvocato mestrino

(articolo preso da: Il Gazzettino)